Lifting cervico-facciale

lifting cervico facial

Grazie agli sviluppi delle tecniche di chirurgia estetica, i medici hanno oggi a disposizione un ampio pannello di trattamenti per attenuare gli inestetismi del viso e del collo causati dall’invecchiamento.

Foto prima e dopo:

Lifting cervico-facciale, informazioni generali:

Gli anni, il sole, il tabacco, l’alchol, lo stress quotidiano… Tutti questi elementi sono all’origine dei segni di invecchiamento del viso e del collo.

Il lifting cervico-facciale tratta i cedimenti e il rilassamento della pella e dei muscoli del viso e del collo. Questa operazione interviene a livello delle tempie, delle sopracciglia, delle guance e del collo trattando ugualmente qualsiasi insufficienza o eccesso di tessuto adiposo che appare nel tempo. Il suo obiettivo principale è il ringiovanimento naturale e duraturo di almeno una decina d’anni.

L’azione combinata della trazione muscolare e cutanea associate al riempimento e a delle lipoaspirazioni localizzate hanno per finalità di restaurare le strutture anatomiche delle diverse zone del viso e del collo.

Il lifting cervico-facciale è richiesto generalmente da pazienti fra i 40 e i 60 anni, che hanno cominciato a subire un rilassamento di alcune zone del viso e del collo, sapendo però che un minimo di elasticità cutanea è indispensabile per un risultato naturale.

I pazienti tra i 30 e i 40 anni che hanno notato un rilassamento visibile delle zone in questione, optano piuttosto per un mini-lifting, capace di ridare tono al viso con delle cicatrici corte e poco visibili.

A partire dai 50 anni, assistiamo ad una diminuzione importate del volume adiposo che ha come conseguenza guance più scavate e tratti marcati. Se a questo si aggiunge l’alterazione delle strutture che sostengono il tono cutaneo, come l’elastina e il collagene, l’ovale del viso diventa meno chiaro e le guance vanno ad appesantire il mento.

Dopo i 65 anni, l’invecchiamento attacca tutte le zone del viso. L’ovale del viso non ha più forma con l’abbassamento totale delle guance, il collo è marcato da grosse rughe orizzontali e delle corde verticali (corde platismali) che gli conferiscono un aspetto totalmente inestetico.

Si noti che le ragioni dietro ad un lifting cervico-facciale possono essere di tipo psicologico, familiare oppure professionale, senza dimenticare che il motivo principale per effettuare questo intervento è soprattutto quello di apparire dinamici tanto quanto lo si è nella testa.

Lifting cervico-facciale, prima dell’intervento:

Nella fase pre-operatoria, una battuta completa di analisi cliniche e del sangue deve essere effettuata secondo le prescrizioni mediche congiuntamente ad una consultazione con un medico anestesista.

Visto che il fumo aggrava sensibilmente le complicazioni postoperatorie, si raccomanda di smettere di fumare almeno un mese prima e dopo l’intervento. È necessario inoltre non assumere farmaci a base di aspirina nelle tre settimane precedenti.

Les éventuelles surcharges de graisse, sont traitables à l’aide d’une liposuccion (cou, menton, bajoues, joues). Enfin le lipofilling diminue les rides du visage et a un effet revolumateur (surtout au niveau des pommettes et des lèvres). Il s’agit d’une intervention ou plusieurs petits gestes complémentaires sont réalisés permettant une synergie importante contre le vieillissement.

Il giorno prima e il mattino dell’intervento, il paziente deve lavarsi i capelli e struccarsi accuratamente.

Come ogni operazione in anestesia totale, il medico chiederà al paziente di essere a digiuno nelle 6 ore precedenti l’intervento.

Lifting cervico-facciale, intervento.

Il principio del lifting cervico-facciale è di tendere i muscoli del viso agendo sul sistema muscolo-aponeurotico superficiale (detto SMAS). Questa azione è accompagnata dalla tensione della pelle permettendo così di avere un risultato naturale e duraturo. Le eventuali eccedenze di grasso sono eliminate con una liposuzione (collo, mento, guance) mentre il lipofilling diminuisce le rughe del viso con un effetto volumizzante (soprattutto a livello degli zigomi e delle labbra). Si tratta di un intervento composto da molteplici gesti complementari che permetto una sinergia efficace contro l’invecchiamento.

Anche se il chirurgo estetico realizza un lifting del viso nella sua totalità, si deve però sottolineare la possibilità di agire su una zona ben determinata come la fronte, le tempie o gli zigomi.

Per realizzare questo intervento si effettua una prima incisione (che determina la cicatrice finale) vicino alle tempie, poi intorno alle orecchie per finire a livello della nuca.

L’estensione della cicatrice dipende realmente dall’importanza del rilassamento dei tessuti della zona da trattare. Solitamente si cerca di ridurre al minimo le cicatrici che risultano, alla fine, poco visibili.

L’operazione finisce con i punti di sutura effettuati senza tensione, e il tutto viene ricoperto da un bendaggio modellante intorno alla testa.

Il lifting cervico-facciale negli uomini si caratterizza per una qualità di pella più spessa e per la presenza di follicoli pilo-sebacei all’origine della barba, di cui bisognerà tenere conto.

Si dovrà quindi anticipare lo spostamento delle zone pilifere facendo attenzione alla capigliatura maschile più diradata che dissimula meno efficacemente le cicatrici.

Per un ringiovanimento completo, si può associare un intervento di blefaroplastica che permette di correggere la palpebre cadenti durante la stessa operazione.

L’intervento dura da 2 a 4 ore a seconda dei difetti da correggere e si svolge in anestesia totale o, talvolta, locale con sedazione profonda e necessita un soggiorno in ospedale da 1 a 2 giorni. Il minilifting facciale è invece realizzato in ambulatorio.

Lifting cervico-facciale, recupero:

L’intervento è poco doloroso. Il paziente può sentire una tensione e un’impressione di accartocciamento della pelle dietro le orecchie e intorno al collo. Gli edemi e le ecchimosi a livello del collo e del mento spariscono nel giro di 2 settimane.

Per i primi 7 giorni, il paziente deve riposarsi il più possibile ed evitare sforzi violenti. La sensibilità del collo e delle guance ritorna normale dopo qualche giorno.

La paziente potrà truccarsi già nella prima settimana, tuttavia si consiglia di aspettare una decina di giorni prima di riprendere un’attività professionale.

Lifting cervico-facciale, risultato:

Il risulato è immediato sin dalla prima medicazione, ma si deve aspettare da 1 a 3 mesi affinché il paziente possa davvero apprezzare un risulato effettivo. Questa operazione permette di ritrovare un aspetto più giovane di 10 anni e l’effetto è cumulativo con più interventi. Le cicatrici sono ben dissimulate e diventano sempre più piatte e bianche col passare del tempo.

Gabinetto situato nel centro di Nizza

Un luogo adatto e amichevole per permetterti di beneficiare di consulenze mediche e trattamenti non invasivi di medicina estetica.